Segui su

Autorità di gestione

Prefetto Rosetta Scotto Lavina  »   CV    

Dichiarazioni previste dall’art. 20 d. lgs. 39/2013 – Non sussistono cause di incompatibilità e inconferibilità.

Il Programma Nazionale servizi di cura all'Infanzia e agli Anziani non autosufficienti rientra nel più generale Piano di azione e coesione e nasce dalla riprogrammazione del Fondo di cofinanziamento nazionale (legge 183/1987) e dalla Delibera Cipe n. 96 del 3 agosto 2012. 
Il Programma integra le disponibilità finanziarie dei Comuni nelle quattro Regioni dell'area convergenza Campania, Puglia, Calabria e Sicilia e si pone l’obiettivo di potenziare i servizi primari di cura destinati alle fasce sociali deboli, quali l'infanzia e gli anziani, apportando altresì ricadute positive nei territori di riferimento, sia sotto il profilo del potenziamento dell’offerta dei servizi, sia attraverso la creazione di posti di lavoro e l’emersione del lavoro irregolare, migliorando la “sicurezza sociale dei territori”. 
Le funzioni di Autorità di gestione del Programma sono svolte, dal 23 luglio 2018, dal prefetto Rosetta Scotto Lavina.

 

Ultimo aggiornamento:

Giovedì 12 Settembre 2019, ore 13:41