Segui su

Anziani non autosufficienti

Il Programma finanzia:

  • Servizi di assistenza domiciliare integrata (A.D.I.)
  • Servizi di assistenza domiciliare (S.A.D.)
  • Azioni per il sostegno delle spese di gestione delle Porte Uniche di Accesso (P.U.A.)

L’assistenza domiciliare integrata (A.D.I) è un insieme di servizi e interventi socio-sanitari erogati all' anziano all’interno della sua abitazione in modo  continuo e integrato, in relazione alla natura e alla complessità dei bisogni dell’assistito. Con il servizio in argomento viene fornita un’adeguata assistenza a persone che presentano problematiche di tipo sanitario e sociale  al fine di evitare ricoveri “impropri” o l’ingresso in strutture residenziali, rendendo possibili dimissioni ospedaliere protette, favorendo il recupero o la conservazione delle capacità di autonomia e di relazione. È un servizio domiciliare finalizzato ad evitare una situazione traumatica per l’anziano. Avviene attraverso prestazioni fornite da diversi professionisti quali medici, operatori sanitari, fisioterapisti, farmacisti, psicologi ecc.

Il servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.) è un servizio socio-assistenziale rivolto a persone con limitata autonomia o persone disabili con patologie di tipo fisico, psichico e sensoriale che vivono da soli e/o con famiglie che non sono in grado di assicurare un buon livello di assistenza per la cura e l’igiene della persona e della casa e che non riescono a gestire la propria vita di relazione. La finalità del Servizio è quella di consentire la permanenza dell’anziano nel proprio ambiente abitativo e sociale e di accrescere la sua capacità di autodeterminazione, attraverso sia attività socializzanti evitando il rischio dell’emarginazione sociale ,sia prestazioni assistenziali, atte a prevenire malattie cronico-degenerative. Le prestazioni erogate sono indirizzate al sostegno dell’anziano nell’espletamento dell' attività di vita quotidiana e di attività strumentali. Le attività prevalenti del servizio sono: attività di aiuto per la cura della persona e della sua abitazione, accompagnamento a visite mediche, disbrigo di pratiche burocratiche e sostegno alla vita di relazione con accompagnamento presso familiari e vicini e presso luoghi di interesse socio-culturale, attività di sostegno psicologico.

La Porta Unitaria di Accesso (P.U.A.) è un servizio che garantisce l’accesso ai servizi sociali e sanitari con funzione di informazione, orientamento, accompagnamento e presa in carico, facilitando l’accesso unificato alle prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e sociali dell’anziano. In particolare il compito della P.U.A. è quello di accogliere le segnalazioni per la presa in carico della persona ai fini di una assistenza domiciliare, integrata o per l’inserimento in Strutture Residenziali e Semiresidenziali, informare sull’offerta dei servizi socio-sanitari, orientare la persona nella fruizione degli stessi.

Nell’ambito delle leggi regionali vengono, poi, stabilite le modalità e la tipologia delle singole prestazioni erogate.

Ultimo aggiornamento:

Martedì 9 Giugno 2020, ore 11:25