Segui su

Tu sei qui

Riunione del Comitato di Indirizzo e Sorveglianza del 16 marzo

22 Marzo 2017

In data 16 marzo u.s., si è tenuta al Viminale la riunione del Comitato di Indirizzo e Sorveglianza (C.I.S.) del Programma Nazionale per i Servizi di Cura all'Infanzia e agli Anziani non autosufficienti, il cui ordine del giorno si allega.

Alla riunione hanno partecipato, su invito dell’Autorità di Gestione, anche i Program Manager per le quattro Regioni dell’Obiettivo Convergenza.
Al saluto e all’intervento introduttivo del Prefetto Caterina Amato - che dal 13 febbraio 2017 ricopre l’incarico di Autorità di Gestione - ha fatto seguito l’illustrazione, da parte del dott. Maurizio Vallone, responsabile dell’Ufficio Pianificazione e Programmazione Finanziaria e della dott.ssa Ester Fusco, responsabile dell’Ufficio di Monitoraggio e Controllo, dei dati relativi al monitoraggio e alla rendicontazione delle spese del Primo Riparto risultanti dai sistemi informativi del Programma (SANA e SGP). In tale contesto, per superare le difficoltà incontrate dai Beneficiari nelle attività conclusive della rendicontazione delle spese, si è convenuta, unanimemente, con i membri del Comitato, l’attivazione di modalità e tempistica differenziate e dinamiche volte alla ultimazione del processo rendicontativo in corso. Al riguardo, l’Autorità di Gestione ha, anche, confermato il rinnovato impegno a potenziare ulteriormente l’assistenza tecnica ed ogni altra forma di supporto operativo in favore degli stessi soggetti beneficiari, con il coinvolgimento sinergico dei Program Manager, delle Regioni e delle Anci regionali.

L’incontro è proseguito con l’intervento del responsabile dell’Ufficio Pianificazione e Programmazione Amministrativa, dott. Massimo Pinna che ha fornito un quadro aggiornato della situazione delle c.d. “Azioni a titolarità” diretta dell’Autorità di Gestione, nel settore dell’Infanzia, evidenziando l’attività finora svolta dal Gruppo di Lavoro appositamente istituito con il compito, tra l’altro, di valutare tecnicamente le proposte formulate dalle Regioni, d’intesa con le Anci regionali, ai fini del successivo finanziamento.
Sul punto, l’Autorità di Gestione ha invitato i partecipanti ed in particolare le Regioni ed i rappresentanti del Partenariato economico e sociale a far pervenire proposte ed ipotesi di lavoro per eventuali interventi riguardanti il settore degli Anziani non autosufficienti, tenendo conto delle peculiarità delle rispettive realtà territoriali.
Dopo ampio ed approfondito dibattito sui temi all’ordine del giorno, l’Autorità di Gestione, nel ringraziare i partecipanti per il contributo fornito alla discussione, ha concluso la seduta rinnovando l’invito a tutti i componenti del Comitato a continuare nella consolidata attività di collaborazione in un’ottica di valorizzazione delle esperienze maturate e nell’intento di rafforzare la costruzione di una rete di servizi sociali sul territorio quale patrimonio comune per la realizzazione di interventi sempre più mirati ed efficaci.